Servizio Noleggio

Viaggi scolastici

Come richiedere e valutare un preventivo nel rispetto della vigente circolare ministeriale "N. 291 del 14.10.1992" e successive modifiche relativa ai viaggi d’istruzione.

-) Quando la scuola decide di effettuare un viaggio facendo uso dell’autobus, è buona norma che venga richiesto un preventivo di spesa e confrontato con almeno altre due offerte in modo tale da poterle comparare.

-) Nel formulare la richiesta sarà importante specificare il luogo di partenza e di destinazione con eventuali deviazioni di percorso in modo tale che il vettore possa formulare una quotazione esatta così da evitare previsioni di maggiori percorrenze e/o calcoli errati, l’orario che si intende fruire del servizio, il numero delle persone e la data di effettuazione. A tale proposito si ricorda che la C.M. 291 suggerisce di usufruire dove possibile del treno o in alternativa di vettori/Aziende paragonabili all’Ente FF.SS.

-) Da parte della scuola dovrà essere richiesta già in fase di preventivo, una dichiarazione da acquisire agli atti. riguardante le garanzie di espletamento del viaggio ed in particolare:

-) Di essere in possesso dell’autorizzazione all’esercizio dell’attività di agente di viaggio o di trasportatore;

-) Dichiarazione di proprietà dell’automezzo, di revisione annuale, e la categoria del veicolo;

-) Dichiarazione del possesso di eventuali licenze comunali e relativi estremi d’identificazione;

-) Dichiarazione di impegno ad esibire l’autorizzazione di legge per gli autobus immatricolati "Uso terzi pubblico di linea";

-) Possesso di idonea patente di guida e relativo "Certificato di abilitazione professionale";

-) Dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà rilasciata dal responsabile della Ditta o proprietario del veicolo che il personale addetto alla guida ha rispettato le norme in vigore per quanto concerne i periodi di guida e di riposo nella settimana che precede il servizio (regolamento CEE 3821/85 e 561/2006);

-) Attestazione o fotocopia dei certificati di assicurazione dell’autobus da cui risulti che il mezzo abbia almeno una copertura di Euro 2.582.285 (5 miliardi di Lire) a favore delle persone trasportate;

-) Dichiarazione che l’autobus è munito di cronotachigrafo e l’attestazione dell’avvenuta revisione annuale dello stesso da parte di officina autorizzata;

-) Dichiarazione di presentare a fine viaggio, se richiesto, fotocopie del disco del cronotachigrafo;

-) Dichiarazione che il veicolo presenta una perfetta efficienza dal punto di vista della ricettività, in proporzione al numero dei partecipanti e dal punto di vista meccanico. Efficienza comprovata dal visto di revisione annuale da parte dei tecnici degli Uffici M.C.T.C. provinciali.

-) Dichiarazione che nel viaggio d’istruzione allorchè, per motivi del tutto eccezionali, sia organizzato in modo tale da tenere in movimento l’automezzo per un periodo superiore alle 9 (nove) ore giornaliere, saranno presenti 2 (due) autisti. L’alternarsi alla guida dei due autisti consente l’osservanza del regolamento CEE 3821/85 e 561/2006, il quale prescrive che il periodo di guida continuata di un medesimo autista non può superare le quattro ore e mezza; in tutti i casi in cui il viaggio preveda un percorso di durata inferiore alle 9 (nove) ore giornaliere, l’autista effettuerà un riposo non inferiore a 45 minuti ogni quattro ore e mezza di servizio.

Ottenuto il preventivo di spesa del viaggio di certo non sarà facile valutare la scelta dell’affidamento ad una ditta rispetto ad un’altra.

Solitamente viene scelta la soluzione delle offerte più convenienti sotto l’aspetto economico.

Questa soluzione in alcuni casi potrebbe nascondere problematiche che alla fine rendano il viaggio non consono alle aspettative.

Si suggerisce quindi un possibile metodo di valutazione che è quello di dare alle voci del preventivo una serie di punteggi.

Il maggior risultato ottenuto farà così scattare la scelta del vettore o agenzia che andrà ad espletare il noleggio/viaggio.

Prima di parlare del criterio punteggi, sarebbe idoneo stabilire se per l’aspetto puramente economico si intenda valutare ogni singola escursione oppure il totale dei viaggi nel caso di offerta globale del piano gite scolastiche (a tale proposito si suggerisce ai fini della convenienza economica di richiedere preventivi per l’intero programma viaggi della scuola o insieme di plessi scolastici).

La valutazione potrebbe prevedere, una volta accertata l’esistenza dei requisiti minimi di garanzia, di dare 70 punti al prezzo e 30 punti ad elementi qualitativi.